Integrare l’automazione industriale

2018-02-23 - ABB Ability Manufacturing Operations Management (MOM), articolo tratto da mondoABB 38|17
A cura di: Servizi Editoriali, ABB Italia

La diffusione dei sistemi di Manufacturing Operations Management (MOM), in precedenza noti come Manufacturing Execution Systems (MES), è un fenomeno in atto da quasi vent’anni. In questo arco di tempo, tuttavia, funzionalità e performance di questi sistemi di gestione delle fabbriche sono cresciute in modo esponenziale.

Secondo la normativa internazionale ISA 95, nella “piramide” dei diversi gradi di automazione il MOM si colloca al livello 3, al di sotto del sistema di gestione aziendale ERP e al di sopra della supervisione e controllo offerti da PLC, SCADA e DCS. È, a tutti gli effetti, il connettore fra la fabbrica e il sistema gestionale aziendale: riceve dall’ERP gli ordini di produzione e li traduce in soluzioni ottimizzate per l’utilizzo di operatori, macchinari, isole produttive e linee che permettono di ottenere i risultati attesi.

Da quando si è iniziato a parlare di Industria 4.0 si è assistito a una forte accelerazione in termini sia di sviluppo di questi sistemi, sia di risposta del mercato, trainata dalla crescente digitalizzazione di macchinari e impianti che permette soluzioni di ottimizzazione degli asset prima impensabili. I benefici offerti coprono tutte le fasi del processo, spaziando dalla riduzione del consumo di materie prime e del magazzino al miglioramento della qualità.

Si ottiene anche un più efficiente utilizzo delle risorse, per abbattere tempi di attraversamento e di attesa, con la possibilità di introdurre miglioramenti continui e soddisfare richieste specifiche.

Concettualmente, non ci sono differenze applicative fra processi discreti e continui perché la lista di componenti è l’equivalente di una ricetta. Cambia l’integrazione del sistema a livello operativo: in alcuni processi è il prodotto che si sposta da stazione e stazione, in altri è l’operatore che segue il processo spostando la sua attenzione sulle diverse fasi.

La proposta di ABB

Per questi sistemi, ABB può vantare a livello globale un’importante base installata, con una riconosciuta leadership in numerosi settori: manifatturiero, Food&Beverage, chimico, farmaceutico, printing e altri ancora.

A livello operativo, quando si tratta di produzione discreta il sistema ABB Ability™ MOM traduce un ordine di produzione che arriva dall’ERP in più fasi, dividendo i compiti fra varie linee, macchine, isole di montaggio e collaudo. Nel processo continuo, guida invece gli operatori alle corrette procedure e pilota l’automazione, per convogliare la produzione sulla base di una ricetta o di una sequenza di processi, arrivando fino alla fase di packaging e al fine linea. Scopo del MOM è coordinare e ottimizzare tutti questi passaggi. Lo scambio di dati con l’ERP è continuo, con aggiornamenti sistematici personalizzabili.

Dal punto di vista dell’architettura, il sistema ABB è diviso in moduli, dedicati per esempio alla produzione, alla qualità, al personale, agli asset lavorativi, all’Overall Equipement Effectiveness (OEE) e così via. Questi moduli possono essere integrati singolarmente, in base alle esigenze del cliente, che non è costretto ad acquistare funzionalità per lui non necessarie. Ne deriva un sistema molto flessibile e alleggerito, sia a livello computazionale, sia a livello economico. Nel corso degli anni, i moduli sono via via aumentati per garantire una copertura totale delle funzionalità richieste.

La modularità e la customizzazione spinta sono i più tangibili vantaggi dell’offerta ABB: anche se quasi tutte le funzionalità sono già integrate e immediatamente disponili, la più scrupolosa attenzione è sempre dedicata allo studio di soluzioni applicative su misura per il cliente, le sue esigenze, i suoi impianti.

ABB vanta inoltre un’approfondita conoscenza dei più diffusi ERP commerciali, nelle loro diverse versioni, il che rende immediata e completa l’integrazione con ABB Ability MOM. In più, come leader nel campo degli SCADA e dei sistemi di automazione DCS, garantisce la loro integrazione “nativa” in ABB Ability MOM, assicurando la connessione diretta e permettendo agli operatori di avere un’unica interfaccia.

Un ulteriore elemento di differenziazione è la funzione di reportistica avanzata, che con documenti su supporti stampabili o digitali permette di registrare e archiviare qualsiasi aspetto o fase del processo sulla base delle diverse necessità, ottemperando anche agli aspetti regolatori.



Lo scenario di mercato in Italia
Molte aziende italiane avvertono oggi l’esigenza di dotarsi di un sistema di automazione integrato della produzione e questa tendenza trova un concreto supporto negli incentivi offerti dal superammortamento. Esistono comunque ancora differenze marcate fra le varie realtà, basate per lo più sui volumi di fatturato. Anche se tutte le imprese, grandi o medio-piccole, trarrebbero significativi vantaggi da un approccio più completo e integrato, molte appaiono tuttora frenate, più che dai costi, dalla necessità di una revisione dei processi che spesso aziende sotto un certa dimensione non prendono in considerazione, soprattutto in tempi di crisi.

È evidente, infatti, che installare il sistema su un impianto di nuova realizzazione o in occasione di un importante progetto di revamping di una fabbrica è più semplice. Negli altri casi, invece, per studiare l’applicazione e la sua customizzazione occorre portare al tavolo di discussione figure molto diverse: senior manager, responsabili di produzione, IT, qualità, gestione manutenzione, ufficio acquisti. In molte aziende del nostro Paese il concetto di collaborazione allargata non è ancora ben radicato e queste figure non hanno mai davvero l’opportunità di affrontare, tutte insieme, le problematiche dell’impianto e le strategie per ottimizzarne il funzionamento.

Per affrontare questa sfida, ABB, con il team dedicato ad ABB Ability MOM, può fornire tutta la consulenza necessaria per cogliere anche l’opportunità di migliorare i processi aziendali in impianti già esistenti.

mondoABB

Il magazine istituzionale di ABB in Italia nasce nel 1999 e da sempre si avvale di un team di Comunicatori di Funzione e di Divisione impegnati affinché i suoi contenuti siano motivo di interesse per i nostri interlocutori esterni - oltre cinquemila contatti tra istituzioni, principali clienti, fornitori, giornalisti, associazioni e mondo accademico - e di orgoglio per i dipendenti di ABB Italia.

ABB Italia è un quadrimestrale, se desideri ricevere mondoABB puoi compilare il modulo online oppure inviarci i tuoi dati @IT-info@abb.com.


Diventa nostro fan!

Seguici su TwitterCollegati a FacebookAbbonati a YouTubeGet LinkedIn

ABB Italia



Follow us on TwitterGet LinkedInConnect on FacebookSubscribe on YouTube

Gruppo ABB

Cerca nel sito



CONTATTACI