La tecnologia shore-to-ship power di ABB aumenta la sostenibilità del porto Dalian in Cina

La Cina ha investito nella soluzione shore-to-ship power di ABB per accrescere l’affidabilità della fornitura elettrica e per la riduzione dell’impatto ambientale presso il terminal container di Dalian nella provincia nordorientale di Liaoning

L’impegno della Cina nella riduzione delle emissioni di anidride carbonica e del riscaldamento globale include diverse iniziative, che spaziano dall’integrazione delle energie rinnovabili nel mix energetico su larga scala all’utilizzo di tecnologie avanzate che consentono di ridurre le emissioni di gas nocivi all’interno dei porti. I target strategici di questo sviluppo sono enumerati nel tredicesimo piano quinquennale di sviluppo predisposto dal governo di Pechino in cui si dettagliano gli impegni specifici sulla pianificazione, progettazione e realizzazione di nuove infrastrutture.

Nave porta container
Il ruolo del commercio è sempre più strategico per lo sviluppo economico di una nazione, ed assume rilevanza fondamentale per paesi in rapida crescita quali la Cina, che fa enorme affidamento sul trasporto di merci in container e sulle infrastrutture portuali. Una delle maggiori sfide che porti di questo genere devono attualmente affrontare è lo sviluppo e l’aggiornamento delle infrastrutture elettriche che li alimentano, in un contesto di consapevolezza sociale e ambientale.

Questo interesse è alla base degli sforzi che guidano la transizione verso soluzioni di alimentazione alternative per le imbarcazioni ormeggiate nei porti, e che generalmente devono affidarsi all’energia diesel auto-generata.

State Grid of China (SGCC) è la utility Cinese leader nel settore e uno dei maggiori fornitori di energia elettrica al mondo. Grazie a iniziative quali il programma di sostituzione delle fonti energetiche (Energy Substitution Program), SGCC sta vagliando soluzioni alternative quali lo shore-to-ship power per consentire di sviluppare delle realtà portuali sostenibili e conformi alle regole ambientali del governo.

ABB ha lavorato al fianco di Beijing Intelligence Chip Co. Ltd per fornire una soluzione shore-to-ship power a SGCC, nell’ambito del programma Energy Substitution Program atto a ridurre l’impatto ambientale delle navi ormeggiate su porti e aree circostanti. La soluzione sarà applicata presso il porto container di Dalian, che rappresenta un centro strategico per il commercio internazionale con un traffico che ha superato i 10 milioni di TEU (misura standard di volume nel trasporto dei container ISO) nel 2014, e si è classificato al 14° posto dal World Shipping Council in termini di volumi gestiti da container terminal. Questa tecnologia fornisce energia affidabile e di alta qualità a navi container che ormeggiano a Dalian, riducendo al contempo le emissioni nocive.

Grazie alla soluzione shore-to-ship power di ABB, le imbarcazioni possono letteralmente “attaccare la spina” alla fornitura di energia a terra e spegnere i motori, contribuendo all’eliminazione delle emissioni di anidride carbonica, alla riduzione dell’inquinamento acustico e delle vibrazioni. Grazie a questa tecnologia il carico elettrico passa da terra a nave senza interruzioni di fornitura per l’illuminazione, il riscaldamento e il raffreddamento. In aggiunta a benefici tangibili per la società e l’ambiente, i profitti generati dalla fornitura di energia alle imbarcazioni consente un rapido ritorno sull’investimento per l’infrastruttura elettrica.

Gran parte delle navi container attualmente operative è equipaggiata di un sistema elettrico a 60 Hertz (Hz), mentre la rete locale Cinese ha una frequenza di 50 Hz. Il sistema shore-to-ship power converte l’energia della rete al carico di frequenza e tensione, consentendo in questo modo una connessione senza soluzione di continuità al Sistema elettrico a bordo.

SFC PCS 100
ABB ha di recente portato a termine la prima fase del progetto Dalian. La fornitura include due convertitori statici di frequenza PCS100 SFC rispettivamente di 2 e 3 MVA (megavolt-ampere), trasformatori di Potenza, interruttori in media tensione a 50 e 60 Hz, sistemi di protezione e controllo.

Lo scopo di fornitura include anche i box di connessione in banchina, che saranno forniti da Cavotec, che fornisce soluzioni altamente ingegnerizzate a livello globale di Alternative Marine Power (AMP) ed è partner di ABB nella fornitura di soluzioni shore-to-ship power.

ABB si occuperà della progettazione, dell’ingegneria, dell’installazione, del commissioning e di tutta la gestione del progetto.

L’investimento in una soluzione ecologica consentirà a Dalian non solo di trarne guadagno nel breve termine, ma anche di trarne diversi benefici nel lungo termine, in special modo in termini di maggiore sostenibilità e affidabilità della fornitura elettrica. La soluzione rappresenta un beneficio anche per le comunità locali e gli armatori, grazie alla riduzione dell’impatto ambientale e della frequenza della manutenzione. Un porto con una capacità e ubicazione strategica come Dalian è l’esempio di come gli scali mondiali possano diventare sostenibili grazie alle soluzioni shore-to-ship power.

Cerca nel sito



CONTATTACI