ABB si aggiudica un ordine di 30 milioni di dollari per l’aggiornamento di un’interconnessione HVDC in Africa

L’upgrade aumenterà la capacità di trasmissione e fornirà energia idroelettrica pulita, rafforzando l'affidabilità della rete nella Repubblica Democratica del Congo
Zurigo (Svizzera), 4 maggio 2017 - ABB si è aggiudicata un ordine del valore di oltre 30 milioni di dollari da Société nationale d'électricité (SNEL), la società elettrica nazionale della Repubblica Democratica del Congo (DRC), per un aggiornamento parziale dell’interconnessione HVDC (trasmissione di energia in alta tensione in corrente continua) Inga-Kolwezi. Il contratto è parte del progetto FRIPT finanziato da Glencore e gestito da Congo Energy, una controllata di Forrest Group International. La connessione trasmette energia dalla centrale idroelettrica di Inga sul fiume Congo fino al distretto minerario di Katanga nel sud-est del paese ed esporta anche l’energia prodotta in eccesso nei Paesi del Southern African Power Pool.

L’interconnessione, della lunghezza di 1.700 chilometri, è stata realizzata da ABB nel 1982 e all’epoca era la più lunga al mondo. ABB la ha aggiornata nel 2009 con l’installazione di nuove valvole a tiristori, apparecchiature in alta tensione e il sistema di controllo e protezione in alta tensione MACHTM che supporta l’offerta digitale ABB AbilityTM ed è il cervello del sistema HVDC, con funzionalità di monitoraggio, protezione e controllo della sofisticata tecnologia utilizzata nelle stazioni che gestiscono migliaia di operazioni assicurando l’affidabilità della fornitura di energia.

ABB si occuperà della ristrutturazione dell’interconnessione con lo scopo di aumentare la capacità di trasmissione e l’affidabilità della rete; ne prolungherà la durata e assicurerà una trasmissione efficiente dell’energia idroelettrica in tutta la regione. L'ammodernamento consentirà di aumentare la capacità di trasmissione da 520 a 1.000 MW, assicurando la fornitura di energia alla regione mineraria di Katanga e rafforzando l'infrastruttura elettrica nella DRC. Lo scopo di fornitura di ABB comprende studi di sistema, fornitura di apparecchiature essenziali come ad esempio quelle in alta tensione e messa in servizio.

“Siamo lieti di proseguire la nostra lunga attività con l'interconnessione HVDC Inga-Kolwezi e contribuire al rafforzamento dell'infrastruttura elettrica della DRC. Questo ammodernamento rafforzerà la fornitura di energia idroelettrica pulita a clienti industriali e privati,” ha commentato Claudio Facchin, presidente della divisione Power Grids di ABB. “Questo ordine rafforza ulteriormente la nostra posizione di leader nelle tecnologie HVDC, la focalizzazione sul service e la nostra crescita in Africa e fornisce uno slancio aggiuntivo alla nostra spinta verso una crescita sostenibile, per rafforzare la nostra posizione di partner privilegiato nella realizzazione di reti più forti, più intelligenti e più ecologiche.”

La Repubblica Democratica del Congo è l’undicesimo paese più grande del mondo, con una massa terrestre che copre circa un quarto di quella degli Stati Uniti. Ha una popolazione di circa 80 milioni di persone e uno dei più bassi tassi di elettrificazione nel mondo con oltre l'80 per cento della popolazione ancora priva di accesso all'elettricità. La capacità totale di produzione dell’installato è stimata intorno ai 2.500 MW, quasi completamente idroelettrica. La maggior parte è destinata al settore minerario, soprattutto nella Copper belt, dove la mancanza di adeguata energia rappresenta un vincolo alla crescita. Attualmente il Paese utilizza solo il 2 per cento del di potenziale idroelettrico stimato in 100.000 MW, il 40 per cento del quale è concentrato a Inga, dove è intenzione del governo di aumentare la capacità.

ABB è pioniere della tecnologie HVDC con oltre 60 anni di esperienza e 110 progetti all’attivo, con una capacità installata totale di oltre 120.000 megawatt, circa la metà della base installata mondiale. ABB ha ulteriormente sviluppato l’HVDC negli anni ’90 con l’introduzione della soluzione VSC denominata HVDC Light® ed è leader anche in questa tecnologia con all’attivo 18 dei 24 progetti VDC HVDC commissionati finora.

ABB opera in 23 paesi africani e impiega circa 5.000 persone in tutto il continente. In qualità di leader tecnologico all'avanguardia nel settore delle utility, dell'industria e del settore dei trasporti e delle infrastrutture, ABB supporta la crescita dell'Africa con soluzioni innovative per affrontare le sfide locali, dall'accesso all'elettricità allo sviluppo industriale al trasporto sostenibile. Nell'ambito del suo impegno in Africa, ABB offre borse di studio e tirocini per ingegneri di talento che necessitano di sostegno finanziario per completare i loro studi. Le vendite annuali del Gruppo in Africa ammontano a circa 1,5 miliardi di dollari con fabbriche di produzione in Egitto e in Sudafrica.

ABB (ABBN: SIX Swiss Ex) è un leader tecnologico all’avanguardia nei prodotti per l’elettrificazione, nella robotica e nel controllo di movimento, nell’automazione industriale e nelle reti elettriche al servizio dei clienti nelle utility, nell’industria, nei trasporti e nelle infrastrutture a livello globale. Continuando una storia di innovazione lunga più di 125 anni, oggi ABB sta scrivendo il futuro della digitalizzazione industriale e guidando la quarta rivoluzione industriale ed energetica. ABB opera in oltre 100 paesi con circa 132.000 dipendenti. (www.abb.it)

Cerca nel sito



CONTATTACI

  • Page information:
  • media.relations@ch.abb.com
  • +41 43 317 6568