ABB sponsor della ricerca e dell’innovazione accademica a AUTOMATICA 2014

Docenti e ricercatori italiani di Automatica riuniti a Bergamo per una “tre-giorni” di convegni e incontri
Bergamo, 8 settembre 2014 - ABB, Gruppo leader nelle tecnologie per l’energia e l’automazione, sponsorizza il convegno annuale dei docenti e ricercatori italiani di Automatica, che si svolge presso l’Università di Bergamo dall’8 al 10 settembre.

Nell’ambito della stretta collaborazione tra ricerca accademica e azienda, ABB è uno degli sponsor del convegno scientifico Automatica 2014, per sostenere e sviluppare le idee che producono innovazione tecnologica in maniera più o meno evidente nei diversi ambiti della vita quotidiana.

Il convegno scientifico, che si tiene presso l’Università di Bergamo, è un importante occasione di scambio culturale tra i docenti e ricercatori delle Università, del CNR e di altri Enti di Ricerca Italiani legati alle aree di ricerca dell’Automatica e delle sue applicazioni.

Automatica 2014 si svolge in seduta plenaria durante tre giorni, i primi due dedicati agli speeches e alle sessioni interattive, incluse le dimostrazioni con piccoli dispositivi sperimentali e di simulazione. In programma quaranta interventi, che coinvolgono tutti i gruppi di ricerca delle università presenti. La terza giornata è dedicata alla una tavola rotonda “Università in via di estinzione?”, con la partecipazione dei media e del MIUR, per poi terminare con l’assemblea annuale di SIDRA (Società Italiana Docenti e Ricercatori di Automatica).

L’area disciplinare universitaria denominata Automatica si occupa dello studio e dell’implementazione di modelli matematici, algoritmi, software applicativi che fanno parte del cuore di soluzioni “automatiche” in vari settori scientifici, industriali e civili, quali: sistemi di guida (aerei, automobili, treni), ingegneria biomedicale (arti artificiali, chirurgia robotizzata), meccatronica, sistemi di generatori di energia (tecnologia smart grid), home e building automation, industria alimentare e di processo, finanza (mercato del credito) e così via. Viene definita la “tecnologia nascosta e diffusa”, è difficile da vedere ma permea la nostra vita quotidiana.

La consolidata collaborazione con i principali atenei italiani e internazionali ha contribuito a sviluppare uno dei più recenti e importanti prodotti di ABB: Emax 2, primo interruttore di bassa tensione oggi sul mercato con funzioni integrate di power management per la gestione dell’energia e per la comunicazione nelle smart grid. Un esempio di innovazione e di eccellenza che porta la tecnologia italiana nel mondo.

ABB (www.abb.it) è leader nelle tecnologie per l'energia e l'automazione che consentono alle utility, alle industrie e ai clienti dei settori dei trasporti e delle infrastrutture di migliorare le loro performance riducendo al contempo l'impatto ambientale. Le società del Gruppo ABB operano in oltre 100 Paesi e impiegano circa 145.000 dipendenti.



Seguici su:


Seguici su TwitterCollegati a FacebookAbbonati a YouTubeSeguici su Google PlusGet LinkedIn

ABB Italia

Seguici su TwitterCollegati a FacebookAbbonati a YouTube

ABB SACE



Follow us on TwitterGet LinkedInConnect on FacebookSubscribe on YouTube

Gruppo ABB

Cerca nel sito



CONTATTACI