ABB acquisisce un ordine di 51 milioni di dollari dal primo produttore di rame del Kazakistan

Siglato un contratto di partnership per una soluzione di elettrificazione e automazione che migliorerà la produttività e l’affidabilità della rete nelle miniere di Bozshakol e Aktogay
Sesto San Giovanni (Milano) 14 dicembre 2012 – ABB, gruppo leader nelle tecnologie per l’energia e l’automazione, ha ricevuto ordini per un ammontare di 51 milioni di dollari nell’ambito della partnership stipulata con Kazakhmys PLC, il maggiore produttore di rame kazako: installerà soluzioni complete per l’elettrificazione e l’automazione di due nuovi impianti estrattivi di rame in Kazakistan.

Il primo ordine riguarda la fornitura di una stazione elettrica, una switch room, vari dispositivi elettrici e il relativo sistema di controllo per la miniera di Bozshakol. Kazakhmys si doterà così di un’infrastruttura elettrica affidabile che ottimizzerà l’efficienza dei processi e la produttività.

Kazakhmys è uno dei principali produttori mondiali di rame e il primo in Kazakistan, dove possiede 16 miniere. Il complesso di Bozshakol, nel nord del paese, produrrà solfuri e argilla con una prevista capacità di lavorazione annua di 30 milioni di tonnellate di minerale. Da Aktogay, nel sud-est, si ricavano invece ossidi e solfuri, e la capacità prevista è di 30 milioni di tonnellate di minerale l’anno. Kazakhmys ne ha appena approvato lo sviluppo. Entrambi i siti sono tra i depositi di rame più grandi e sottosfruttati al mondo: aiuteranno la crescita industriale a lungo termine del Kazakistan.

“ABB ha grande esperienza nel settore minerario, una forte presenza locale che semplificherà l’erogazione dei servizi nel ciclo di vita, e un rapporto commerciale di lunga data con Kazakhmys. Tutti questi fattori hanno contribuito al buon esito dell’accordo” ha dichiarato Veli-Matti Reinikkala, responsabile della divisione Process Automation di ABB. “In qualità di fornitore unico, ABB permette a Kazakhmys di far leva sulle sinergie che si creeranno nei due siti durante e dopo l’attuazione del progetto.”

L’accordo, preceduto da altri due ordini del valore di 45 milioni di dollari ciascuno e relativi ad azionamenti gearless di mulini, copre l’intera elettrificazione, strumentazione e automazione delle miniere. La fornitura comprende sottostazioni e trasformatori di potenza, compensatori del fattore di potenza ad alta tensione e filtri armonici, trasformatori di distribuzione, switch room mobili e il Sistema 800xA per l’automazione estesa, punta di diamante delle tecnologie aziendali.

Il via all’installazione e messa in servizio delle apparecchiature a Bozshakol è fissato per settembre 2013; un anno più tardi partiranno i lavori ad Aktogay.

ABB (www.abb.com) è leader nelle tecnologie per l’energia e l’automazione che consentono alle utility e alle industrie di migliorare le loro performance, riducendo al contempo l’impatto ambientale. Le società del Gruppo ABB impiegano circa 145.000 dipendenti in oltre 100 Paesi.

Cerca nel sito



CONTATTACI