Monitorare per essere sicuri, gestire per essere efficienti

2017-05-22 - Energy Monitoring PM556EM Monitoraggio e gestione dell’energia
Qualunque sia la tipologia di utenza, il controllo dei consumi di energia è oggi un elemento imprescindibile per la sua corretta gestione. La possibilità di avere un quadro completo dei parametri contabili e storici della fornitura di elettricità o del profilo energetico del proprio impianto, consente non solo di evidenziare e prevenire le criticità che possono condurre a sprechi o guasti, ma anche di sfruttare al meglio le notevoli differenze tariffarie nell’arco della giornata.

In un contesto evolutivo dominato da reti sempre più intelligenti e da requisiti di efficienza energetica sempre più stringenti, i sistemi di monitoraggio dell’energia offrono, quindi, una grande opportunità per razionalizzare i costi e tutelare gli investimenti in macchinari, impianti e servizi e verificare lo stato di salute dell’impianto elettrico. Consentono, inoltre, di acquisire tutte le informazioni necessarie per interagire in modo diretto con la rete e con il proprio impianto, offrendo un ausilio concreto per prendere decisioni consapevoli e virtuose, aprendo nuovi spazi di miglioramento altrimenti impensabili.
Che si tratti di tenere sotto controllo carichi e consumi, di analizzare la qualità della fornitura di energia elettrica, di individuare i punti deboli di un impianto o di provare e testimoniare quanto realizzato al fine di ottenere dei certificati energetici, un sistema di monitoraggio rappresenta un investimento limitato, che offre grandi ritorni in tempi brevissimi.

Una soluzione per tutti i settori applicativi
La natura dinamica del mercato energetico e la costante necessità di far evolvere gli impianti nel tempo impongono, però, grandi sfide in termini di flessibilità, modularità e semplicità d’uso.
Sfide alle quali ABB risponde con il proprio kit modulare di Energy Monitoring PM556EM, ideato e sviluppato per misurare e controllare i consumi elettrici all’interno di qualsiasi tipo di impianto. L’elemento portante del kit è rappresentato dall’unità di controllo PM556EM, dotata di software integrato, che svolge il ruolo di concentratore per gli strumenti sul campo, di datalogger, d’interfaccia per le comunicazioni remote, di unità di I/O e, soprattutto, di motore di elaborazione delle informazioni acquisite. Tali informazioni vengono visualizzate attraverso opportune pagine grafiche precaricate, semplici e immediate. Il tutto, all’insegna di un ambiente basato su soluzioni informatiche standard, come ad esempio Ethernet e Modbus 485, che assicurano ulteriori elementi di flessibilità in termini di collegamento e gestione.
Rispetto ad altre soluzioni disponibili sul mercato, il kit è scalabile e liberamente configurabile, potendo così soddisfare qualunque esigenza e seguire la crescita dell’impianto su cui è chiamato a operare.

Versatile nella giusta misura
Gli elementi dell’unità di comando del kit PM556EM nascono all’insegna della modularità e della scalabilità. Grazie alle interfacce dell’unità di base è possibile predisporre l’architettura di monitoraggio in funzione delle specifiche esigenze, facendola crescere insieme all’impianto. Nel caso i requisiti imponessero la realizzazione di configurazioni più complesse, l’efficiente natura distribuita del sistema consentirà di dare vita a strutture multi impianto controllabili da una postazione centralizzata, anche in modalità wireless, prevedendo un opportuno strumento di networking esterno.
La strumentazione di campo può essere scelta nell’ambito della vasta offerta di contatori e analizzatori di ABB, garantendo un’architettura aperta a tutte le esigenze.
Tra questi il nuovo analizzatore di rete M2M, dotato di funzionalità di analisi avanzate che consentono la misura del valore efficace delle principali grandezze elettriche monofase o trifase: tensione, corrente, frequenza, fattore di potenza, potenze attive e reattive, energia attiva e reattiva.
Installato nei quadri elettrici di bassa e media tensione, lo strumento permette di misurare e analizzare in tempo reale i parametri elettrici, verificando anche la qualità dell’energia grazie al controllo della presenza di armoniche tramite i livelli percentuali di distorsione (THD). M2M tiene, inoltre, sotto controllo i consumi dell’impianto, valorizzandoli in chilogrammi di CO2 e in euro, per un utilizzo più efficiente e razionale dell’energia, mentre il conteggio bidirezionale delle energie e delle potenze sui 4 quadranti consente di monitorare sia la produzione, sia il consumo di energia con un unico strumento.

L’interazione con gli impianti di controllo e supervisione è assicurata dalle apposite interfacce di comunicazione RS485, RJ45 o RS232 e al supporto di diversi protocolli, tra i quali Modbus RTU, Modbus TCP/IP e Profibus DP.

ABB (ABBN: SIX Swiss Ex) è un’azienda leader nel campo dell’innovazione tecnologica applicata ai prodotti per l’elettrificazione, alla robotica e al controllo del movimento, all’automazione industriale e alle reti elettriche, con clienti in tutto il mondo nei settori delle utility, dell’industria, dei trasporti e delle infrastrutture. Proseguendo una storia di innovazione di oltre 125 anni, ABB si appresta oggi a scrivere il futuro della digitalizzazione industriale dando il via a una nuova rivoluzione energetica e alla quarta rivoluzione industriale. ABB opera in oltre 100 paesi con circa 132.000 dipendenti. www.abb.it


Seguici su:


Seguici su TwitterCollegati a FacebookAbbonati a YouTubeSeguici su Google PlusGet LinkedIn

ABB Italia



Follow us on TwitterGet LinkedInConnect on FacebookSubscribe on YouTube

Gruppo ABB

Cerca nel sito



CONTATTACI

  • Informazioni sulla pagina:
  • Laura Moscatelli
  • Media Relations
    Telefono 3385366607

APPROFONDIMENTI