Alimentazione elettrica senza disturbi con gli azionamenti ad armoniche ultrabasse di ABB

2017-05-22 - ABB offre una gamma completa di azionamenti ad armoniche ultrabasse (ULH) per filtrare le armoniche che producono disturbi in tutte le tipologie di applicazioni industriali. I convertitori di frequenza offrono vantaggi significativi, dall’incremento dell’affidabilità e del risparmio energetico alla maggiore durata delle apparecchiature.
Le reti elettriche sono spesso soggette al fenomeno delle armoniche, cioè oscillazione di ordine superiore generate da diversi tipi di apparecchiature industriali. Esistono diverse soluzioni per contrastare o mitigare le armoniche, ma è sempre preferibile installare apparecchiature che non generano armoniche già all’origine. Secondo il principio “prevenire è meglio che curare”, ABB ha sviluppato una famiglia completa di azionamenti a velocità variabile (detti anche drive o inverter) concepiti per prevenire il fenomeno delle armoniche. La famiglia di azionamenti ad armoniche ultrabasse (ULH, Ultra Low Harmonic) di ABB copre tutta la gamma di potenze e tensioni utilizzate in tutti i settori industriali e nelle relative applicazioni, offrendo una soluzione efficace per combattere i problemi di armoniche.

Il problema delle armoniche
Le armoniche in sé non rappresentano un problema. Senza armoniche, tutti gli strumenti musicali avrebbero lo stesso suono, i musicisti non potrebbero suonare gli accordi e i surfisti non si divertirebbero granché a cavalcare le onde. Negli impianti elettrici, però, le armoniche possono produrre effetti negativi, dal surriscaldamento al malfunzionamento delle apparecchiature collegate alla rete elettrica.

Poiché i generatori delle centrali elettriche ruotano a velocità costante e regolata, la corrente presente nella rete c.a. dovrebbe idealmente seguire un’onda sinusoidale regolare. Ciò non si verifica però nella realtà, dove apparecchiature quali avviatori di motori o azionamenti a velocità variabile introducono armoniche nella rete. Queste armoniche possono provocare il surriscaldamento di motori, trasformatori e altre apparecchiature, con conseguente spreco di energia, esigenze di raffreddamento e, in ultima analisi, danni alle apparecchiature. Si possono verificare tremolii di monitor e lampade, attivazioni di interruttori e false letture su strumenti di misura.

Prevenire è meglio che curare
Prevenire l’insorgenza di armoniche è un approccio molto più efficace rispetto a curare i “sintomi” dopo che si sono già manifestati effetti negativi. Per questo motivo ABB ha sviluppato una famiglia completa di azionamenti ULH progettati fin dall’inizio con un sistema integrato di filtraggio delle armoniche. Questi azionamenti con caratteristiche e funzionalità specifiche evitano all’origine i problemi causati dalle armoniche. Questo approccio si traduce in un risparmio di tempo e denaro, garantendo un esercizio privo di inconvenienti e una lunga durata delle apparecchiature.

Ampia gamma di soluzioni di azionamento ad armoniche ultrabasse
Per risolvere il problema delle armoniche, la gamma di azionamenti ULH di ABB comprende varianti specifiche dei drive industriali ACS880 e dei drive HVAC ACH580. Per ogni settore industriale, applicazione e gamma di potenza o tensione richiesta, ABB offre un azionamento ULH ideale, basato sulla piattaforma all-compatible. Inoltre, gli esperti di ABB possono fornire ai clienti consulenza e assistenza per qualsiasi richiesta relativa alle distorsioni armoniche.

ABB (ABBN: SIX Swiss Ex) è un’azienda leader nel campo dell’innovazione tecnologica applicata ai prodotti per l’elettrificazione, alla robotica e al controllo del movimento, all’automazione industriale e alle reti elettriche, con clienti in tutto il mondo nei settori delle utility, dell’industria, dei trasporti e delle infrastrutture. Proseguendo una storia di innovazione di oltre 125 anni, ABB si appresta oggi a scrivere il futuro della digitalizzazione industriale dando il via a una nuova rivoluzione energetica e alla quarta rivoluzione industriale. ABB opera in oltre 100 paesi con circa 132.000 dipendenti. www.abb.it


Seguici su:


Seguici su TwitterCollegati a FacebookAbbonati a YouTubeSeguici su Google PlusGet LinkedIn

ABB Italia



Follow us on TwitterGet LinkedInConnect on FacebookSubscribe on YouTube

Gruppo ABB

Cerca nel sito



CONTATTACI